ANALISI DEI COSTI DEL CICLO DI VITA DI FILIERE DI PRODUZIONE DI ENERGIA DAL RIFIUTO URBANO INDIFFERENZIATO BASATE SUL PRETRATTAMENTO MECCANICO BIOLOGICO

  • Lucia Rigamonti Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambiente – sezione Ambientale, Milano
  • Giulia Borghi Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambiente – sezione Ambientale, Milano
  • Giovanna Martignon Ricerca sul Sistema Energetico – RSE S.p.A., Dipartimento Sviluppo sostenibile e Fonti Energetiche, Milano
  • Giovanni Ciceri Ricerca sul Sistema Energetico – RSE S.p.A., Dipartimento Sviluppo sostenibile e Fonti Energetiche, Milano
  • Mario Grosso Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Politecnico di Milano
Parole chiave: LCC, rifiuto indifferenziato, costi, exergia, TMB

Abstract

Oggetto del presente studio è un’analisi economica della filiera costituita dal trattamento del rifiuto urbano residuo (RUR) in impianti di trattamento meccanico-biologico (TMB) per la produzione di flussi di materiali, come Combustibili Solidi Secondari (CSS) o frazioni secche, aventi potenziale energetico sfruttabile in termovalorizzatori per il recupero di energia elettrica e termica o in co-combustione in impianti industriali (cementifici o centrali termoelettriche) in sostituzione dei combustibili fossili. Il contesto geografico dell’analisi è quello italiano, con particolare riferimento all’anno 2015.

La ricerca ha applicato la metodologia di analisi dei costi del ciclo di vita (Life Cycle Costing), che permette di stimare i costi complessivi del trattamento in base al tipo di impianto e ai destini dei flussi in uscita e di fare alcune considerazioni in merito all’alternativa economica più vantaggiosa. Lo studio si è basato su dati primari acquisiti presso alcuni impianti operativi in Italia nel 2015, e ha permesso di evidenziare le caratteristiche e le criticità che contraddistinguono le due principali tipologie di impianti TMB (impianti TMB a flusso unico o a flusso separato) e i diversi flussi in uscita generati dal TMB. Siccome l’analisi è stata impostata come una LCC Ambientale, i risultati ottenuti potrebbero essere integrati con quelli di un’analisi Life Cycle Assessment (LCA) del medesimo sistema, in modo tale da ottenere sia una valutazione economica sia un quadro degli impatti ambientali del sistema.

Biografia autore

Lucia Rigamonti, Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambiente – sezione Ambientale, Milano

Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale

Ricercatore a tempo determinato

Pubblicato
03-04-2019
Sezione
Articoli di ricerca