Primo intervento di bonifica in Italia di terreni contaminanti da IPA, mediante ISCO con ozono in fase gas

  • Marco Morando NCE SRL
  • Andrea Bombieri
  • Elio Crescini
  • Giuseppe Rea
  • Andrea Guerini
Parole chiave: Officina del Gas, Bonifica terreni, In Situ Chemical Oxydation, Ozono, Idrocarburi Policiclici Aromatici, Idrocarburi Petroliferi Pesanti.

Abstract

Il presente contributo descrive i risultati dell’intervento di bonifica della ex officina del gas di Verona, con particolare riferimento al trattamento In Situ Chemical Oxydation con ozono in forma gassosa degli orizzonti di terreno interessati da una significativa contaminazione da Idrocarburi Petroliferi Pesanti (TPH C>12) e Idrocarburi Policiclici Aromatici.

L’intervento in oggetto ha permesso di ottenere una notevole riduzione della massa complessiva dei contaminanti di interesse e di raggiungere, dopo 40 settimane di intervento, gli obiettivi di bonifica nella quasi totalità dell’area di intervento, ad eccezione di una porzione interessata dalla presenza di un cunicolo interrato con morchie catramose (sorgente primaria di contaminazione), non identificato nel corso della caratterizzazione e, di conseguenza, non rimosso nella fase preliminare dell’intervento.

Biografia autore

Marco Morando, NCE SRL
Ingegnere per l'Ambiente e il Territorio, laureato nel 2000 presso il Politecnico di Milano. Attualmente è Parter, Direttore Tecnico e Amministratore Delegato di NCE Srl società di ingegneria e consulenza ambientale, specializzata sulle tematiche afferenti alla caratterizzazione e bonifica di siti contaminati.
Pubblicato
05-11-2014
Sezione
Articoli di ricerca