ECONOMIA CIRCOLARE E SOSTENIBILITÀ LOCALE: OPPORTUNITÀ E VINCOLI PER LE PICCOLE MEDIE IMPRESE ITALIANE

  • Chiara Fabris, Dott.ssa Università di Padova
  • Anna Mazzi Università degli Studi di Padova, Dipartimento di Ingegneria Industriale, SAM-lab
Parole chiave: materie prime-seconde, riciclo, scarti industriali, materie prime critiche, sostenibilità ambientale

Abstract

Per sostenere lo sviluppo dell’economia circolare nel tessuto industriale italiano è necessario investire in semplificazione, condivisione e innovazione. L’articolo traccia una analisi critica dell’attuale stato dell’economia circolare in Italia, sottolineando in particolare le difficoltà che le piccole-medie imprese si trovano ad affrontare nell’approcciarsi a questo ambito, e propone alcune soluzioni operative che possono facilitare la diffusione di iniziative di circolarità in diversi settori economici. Infatti, se da un lato la politica comunitaria indirizza il mercato verso il riciclo, per cercare di ridurre la quantità dei rifiuti da trattare e contenere il consumo di materia prima vergine, sono molti gli ostacoli che ancora oggi condizionano le imprese e limitano lo sviluppo e l’innovazione: la confusione del quadro normativo e la difficoltà di trovare sul territorio servizi di supporto sono due delle principali limitazioni all’innovazione circolare.

Pubblicato
16-01-2024
Sezione
Comunicazioni tecnico-scientifiche