LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE ED ECONOMICA DEL TRATTAMENTO DEI FANGHI DI DEPURAZIONE: EVIDENZE DALLA LETTERATURA

  • Stefano Puricelli Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Politecnico di Milano
  • Andrea Franzoni Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale, Università degli Studi di Brescia,
  • Marco Traversi Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale, Università degli Studi di Brescia
  • Mariasole Bannò Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale, Università degli Studi di Brescia
  • Roberto Canziani Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Politecnico di Milano
  • Mario Grosso Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Politecnico di Milano
  • Lucia Rigamonti Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Politecnico di Milano
Parole chiave: Life cycle assessment, Life cycle costing, Trattamento acque, Rifiuti, Economia circolare, Review

Abstract

I fanghi prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane sono una tipologia di rifiuto che richiede un adeguato trattamento e smaltimento al fine di minimizzare odori, emissioni e possibile trasmissione di malattie. Oltre agli impatti ambientali, anche i costi hanno un ruolo di primo piano. Si è deciso pertanto di approfondire i temi della sostenibilità sia ambientale che economica del trattamento dei fanghi tramite una revisione della letteratura scientifica. Questa si compone di tre parti: i) una revisione narrativa delle tecnologie per trattare i fanghi; ii) una revisione degli studi Life Cycle Assessment (LCA) pubblicati tra il 2010 e il 2020; iii) una revisione degli studi Life Cycle Costing (LCC) pubblicati tra il 2004 e il 2022. Sulla base della revisione di letteratura, è stato possibile trarre alcune indicazioni. La digestione anaerobica emerge come un metodo di pretrattamento che contribuisce a minimizzare gli impatti ambientali ed economici associati a qualsiasi trattamento a cui venga applicata. Non è stato possibile invece giungere a una conclusione in merito al confronto tra impatti ambientali della mono-combustione e dell’impiego agronomico. Sul fronte dei costi, la mono-combustione si configura come una delle opzioni più dispendiose per la gestione dei fanghi, mentre l'utilizzo in agricoltura risulta economicamente più vantaggioso. L'opzione di co-combustione con rifiuti mostra risultati positivi sia dal punto di vista ambientale sia economico. Il compostaggio si posiziona a metà strada tra le varie opzioni dal punto di vista ambientale, mentre è tra le scelte più convenienti dal punto di vista economico. Lo smaltimento in discarica è economicamente vantaggioso nel breve termine, ma ha benefici limitati nel lungo periodo. Inoltre, risulta spesso la soluzione meno favorevole nelle LCA. È rilevante infine sottolineare che i risultati degli studi LCA e LCC presentano una notevole variabilità e non possono essere facilmente generalizzati a qualsiasi contesto.

Pubblicato
11-01-2024
Sezione
Articoli di ricerca