RIMOZIONE TECNOLOGICA DELLA CO2, RIPRISTINO CLIMATICO E UMILTÀ

  • Julio Friedmann Columbia University
Parole chiave: rimozione CO2, tecnologie per emissioni negative, politiche climatiche, finanza climatica, accettazione sociale, CCS, CDR

Abstract

Negli ultimi 200 anni, involontariamente, gli esseri umani hanno gravemente alterato il nostro ecosistema globale, mediante emissioni incontrollate di gas serra. Gli esseri umani hanno anche sviluppato la tecnologia sia per ridurre drasticamente le emissioni di gas serra, sia per rimuovere dall'atmosfera il principale di questi gas, la CO2, attraverso una combinazione di soluzioni naturali e tecnologiche. In sostanza, non basta la riduzione delle emissioni di gas serra, mediante misure convenzionali di mitigazione che portino a emissioni nette pari a zero, ma occorre anche praticare soluzioni che comportino una rimozione di CO2 per conseguire un ammontare negativo netto di emissioni. Il raggiungimento di questo obiettivo richiederà enormi sforzi finanziari e una sostanziale collaborazione tra gruppi di persone che solitamente non lavorano insieme: esperti di tecnologie, operatori finanziari e autorità di governo. Oltre all'aumento e all'accelerazione delle ambizioni, è altrettanto necessaria l'umiltà. Il compito richiede numerosi e rilevanti risultati in ambiti che normalmente molti scienziati e ingegneri comprendono solo approssimativamente, per esempio le competenze giuridiche, come, ad esempio, la predisposizione di strumenti legislativi e normativi, l'effettiva applicazione delle norme e l'incentivazione delle iniziative di project financing.

Pubblicato
29-06-2020