LE LINEE GUIDA SUL MONITORAGGIO DEGLI AERIFORMI DEL SISTEMA NAZIONALE PER LA PROTEZIONE DELL’AMBIENTE. IL PUNTO AD UN ANNO DALLA PUBBLICAZIONE

  • Antonella Vecchio ISPRA
  • Madela Torretta, Dott. ARPA Lombardia
  • Lucina Luchetti, Dott. ARTA Abruzzo
  • Maurizio Di Tonno, Ing. ARPA Piemonte
  • Marco Fontana, Dott. ARPA Piemonte
Parole chiave: monitoraggio aeriformi, soil gas survey, camere di flusso, valutazione del rischio, siti contaminati

Abstract

Il monitoraggio delle matrici aeriformi (soil gas survey, misure di flusso, monitoraggio dell’aria ambiente) è sempre più utilizzato nell’ambito dei procedimenti di bonifica dei siti contaminati. Il Gruppo di Lavoro Nazionale, GdL 9 bis, del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente ha prodotto una serie di documenti tecnici (Linee Guida) che definiscono una procedura condivisa per la realizzazione dei presidi di monitoraggio, per il prelievo e l’analisi dei campioni di aeriformi e per l’utilizzo dei dati di campo nei procedimenti di bonifica. Relativamente alle procedure di campionamento ed analisi (Linea Guida SNPA 15/2018 e Linea Guida SNPA 16/2018) è stato riconosciuto l’elevato valore aggiunto di aver uniformato le metodologie da adottare. Per quel che concerne, invece, l’utilizzo dei dati di monitoraggio e la conseguente valutazione del rischio, l’approccio altamente innovativo introdotto dalla Linea Guida 17/2018 ha determinato la necessità di istituire un tavolo di confronto tra SNPA e le imprese. La presente relazione illustra nel dettaglio alcuni aspetti della procedura che sono stati oggetto di discussione nel tavolo con le imprese. Sono inoltre illustrati i dati relativi all’applicazione delle Linee Guida a casi reali (test della procedura) sia all’interno dei Siti di Interesse Nazionale sia in siti gestiti a livello regionale/locale

Pubblicato
01-07-2020
Sezione
Comunicazioni tecnico-scientifiche