LIVELLI E TOSSICITÀ DI DIOSSINE, FURANI E PCB DIOXIN LIKE IN ARIA AMBIENTE NEL VENETO

  • Luca Zagolin ARPA Veneto, Osservatorio Regionale Aria
  • Giovanna Marson ARPA Veneto, Osservatorio Regionale Aria
  • Salvatore Patti ARPA Veneto, Osservatorio Regionale Aria
Parole chiave: inquinamento atmosferico, microinquinanti organici, POPs, PCDD/F, fondo urbano

Abstract

I livelli di diossine (PCDD) furani (PCDF) e policlorobifenili dioxin like (PCB-DL) sono stati de terminati in aria ambiente nei 7 capoluoghi di provincia del Veneto, in siti di fondo urbano. Il campionamento è stato effettuato in diversi periodi dell’anno, per tenere conto delle variazioni meteoclimatiche stagionali. Le concentrazioni totali di diossine e furani (Σ PCDD/F) si sono attestate in un range di 34-1420 fg m-3, mentre quelle dei PCB-DL in un range di 1210-9790 fg m-3, mostrando una marcata variabilità stagionale, con pic chi di PCDD/F in inverno e PCB-DL in estate. La tos sicità equivalente dei campioni si è collocata in un ran ge di 4-95 fg m-3 WHO TEQ 2005, con massimi nel se mestre invernale, in periodi caratterizzati da elevata stabilità atmosferica. La tossicità equivalente è con frontabile in tutti i siti di pianura, mentre risulta infe riore, soprattutto nei periodi invernali, a Belluno, uni co sito al di fuori della Pianura Padana. Il contributo maggiore alla tossicità equivalente dei campioni è da imputare ai furani, mentre quello dei PCB-DL è so stanzialmente trascurabile, specialmente durante i me si invernali.

Pubblicato
08-03-2019
Sezione
Articoli di ricerca